mercoledì 10 settembre 2014

Rassegna stampa (semiseria)


Sulle pagine dei giornali e sui principali siti internet, le notizie pubblicate hanno il compito di informare e soprattutto far riflettere i lettori, ma è giusto farlo senza un sorriso e senza un pizzico di ironia?
Questione Ferrari - Marchionne silura Montezemolo: il manager abruzzese avrà carta bianca per svendere anche questo pezzo di Italia, mentre il figlioccio dell’avvocato riuscirà a trovare con la sua maxi-liquidazione un’altra sistemazione in qualche vacillante big nazionale (Alitalia?). Di tutto questo festeggiano gli Elkann: un figlio in meno da mantenere.
Iniziano le scuole ed i genitori sono nel panico: mancano gli insegnanti di ruolo, i precari garantiscono instabilità, le strutture sono fatiscenti e da un sondaggio la tipologia di professore preferito da mamme e papà è quello che “fa sognare” in stile John Keating (interpretato dall’eterno Robin Williams) dell’"Attimo fuggente". In assenza della carta igienica nei bagni scolastici è giusto sognare un po’.
Presentati i nuovi iPhone e l’Apple Watch: come al solito bellissimi, funzionali e cari come il fuoco. Ma ciò che piace al mondo tech è l’ironia che sui social network soffia in direzione di Cupertino. Persino l’Ikea ha deciso di prendere in giro la Apple registrando un clip con i vantaggi di avere un catalogo cartaceo rispetto ad uno tecnologico: si sfoglia facilmente, si possono segnare le pagine preferite con dei post-it e soprattutto non si rompe se cade.
Il Governo è sempre a caccia di soldi per tappare l’enorme debito e in rampa di lancio ci sono sempre i tagli alla spesa pubblica e le riforme. Renzi dice che metterà un tetto alla Tasi, ma se poi le tasse si moltiplicano e la gente è costretta a venderla? Metterà un tetto anche alle insolvenze?
L’Italia di Conte parte a razzo: giocatori che corrono, lottano e vincono. Erano anni che non si vedevano gli azzurri in queste condizioni. Il segreto sta nell’aggressività del mister: sempre pronto a strigliare e ad azzannare chi entra in campo. In caso di una futura convocazione di Balotelli, la Puma è pronta a fornire una maglietta già sudata per stare al pari con i compagni di squadra.
Secondo la Confcommercio i redditi medi degli italiani sono uguali a quelli di 30 anni fa (17.400 euro circa), quando una casa di normali dimensioni costava l’equivalente di 50.000 euro. Oggi con questa cifra non compri neppure un garage doppio.
Improvviso stop alle docce gelate di beneficienza. Mica sono scemi, la temperatura è scesa e l’autunno è ormai alle porte. 

2 commenti:

  1. Questo post è un esempio di ottima ironia, unica arma contro il logorio della vita moderna : )
    Mi piace.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bisogna smettere di prendersi troppo sul serio! Grazie per il tuo commento.

      Elimina